il cantante
il cantante
La vite sull'Etna è da sempre allevata ad alberello, 8-9.000 viti per ettaro, nelle terrazze costruite in pietra lavica a secco. In queste condizioni, le viti, sostenute da un palo in castagno, possono essere solo coltivati a mano, con piccoli mezzi agricoli poco invasivi (motozappe). Si tratta di una coltivazione antica che rispetta l'equilibrio naturale dell’ambiente etneo.
Il clima nelle zone vitate dell’Etna è contraddistinto da sbalzi di temperatura tra giorno e notte notevoli (anche 20 gradi). Il terreno vulcanico, sabbioso, è formato dalla disgregazione della lava. Esso cambia continuamente, diventando profondo e fertile in certi punti o pochissimo profondo, con roccia vulcanica affiorante, in altri. La vite affonda le sue radici in un terreno per niente omogeneo formato dalle tante colate laviche succedutesi nei millenni. E quindi la dotazione in macro, ma soprattutto microelementi, è variabilissima. La costante delle vecchie vigne è una grande biodiversità.
login  | download
  il territorio  | vigne etnee  | persone  |